facebook twitter Google Plus rss

Tallinn - Profilo turistico

PROFILO GENERALE | PROFILO STORICO | PROFILO TURISTICO

Tallinn
IL PASSAGGIO DI CATERINA

“Un centinaio di anni fa alcuni aristocratici baltici, grandi viaggiatori, discussero su quale città, vista dal mare, fosse la più bella. C’erano tre candidate: Napoli, Rio de Janeiro e Tallinn. Anche se nell’ultimo decennio sono stati costruiti a Tallinn diversi palazzi di notevole altezza, il panorama della città, con le sue numerose torri e guglie in stile gotico e barocco, è intatto. La vista dal mare è forse l’opera d’arte più preziosa che la nostra città può offrire. Solamente il dipinto “La danza della morte” nella chiesa di San Nicola potrebbe farle concorrenza”
Juri Kuuskemaa, storico d’arte

La Città Vecchia di Tallinn ricopre solo una piccola parte della capitale estone, ma racchiude nelle sue viuzze le maggiori attrazioni di natura sia turistica che culturale. Entrata a far parte nel 1997 del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, è circondata da un’antica cinta muraria e si estende ai piedi della Collina di Toompea, sede, tra l’altro, del Parlamento Estone.

Il centro geografico della Città Vecchia corrisponde alla Piazza del Municipio (Raekoja Platz). L’antico Municipio era sede del Consiglio Cittadino. Al suo interno si trovano la Camera dei Cittadini e la Camera del Consiglio. Oggi il Municipio ospita iniziative culturali di vario genere, nonché mostre e concerti. La Piazza per secoli è stata teatro dei principali avvenimenti pubblici della città. Caffè, pub e ristoranti circondano tre dei quattro lati della Piazza. Qui si trova anche la Farmacia del Municipio, una delle più antiche d’Europa risalente al lontano 1422. 

Tallinn
LA PIAZZA DEL MUNICIPIO

Uno stretto passaggio, chiamato Passaggio del Pane Bianco, porta alla Chiesa dello Spirito Santo. Costruzione in stile gotico, venne restaurata nel 2002. Il caratteristico orologio posizionato sulla facciata è il più antico di Tallinn (1684) ed è uno dei simboli della città.

Scendendo lungo la Vene (l’antica via dei mercanti russi) troviamo una deliziosa viuzza conosciuta come il Passaggio di Caterina ( Katariina Kaik), uno dei luoghi più suggestivi e romantici di tutta la Città Vecchia. Uno scorcio di medioevo assolutamente da vedere.

Il Monastero Domenicano, completamente ristrutturato verso la metà del secolo scorso, risale al 1246; abitato dai monaci fino al 1524, quando, in seguito alla Riforma Luterana, venne incendiato e semidistrutto.
Sempre passeggiando lungo la Vene si trova il Museo Civico (Linnamuuseum), che ripercorre attraverso arazzi, costumi e oggetti d’epoca le principali tappe storiche della città di Tallinn.
La Chiesa di S. Nicola (Niguliste), risalente al XIII secolo, venne, al pari del Monastero Domenicano, gravemente danneggiata in seguito alle insurrezioni che seguirono la Riforma Luterana. Al suo interno dipinti e sculture a tema religioso del tardo medioevo. Il dipinto presso l’altare, che misura 6 metri di larghezza, venne realizzato da Hermen Rode un artista di Lubecca e raffigura la vita di S.Nicola. La Danza con la morte di Bernt Notke è considerata da molti la più prestigiosa opera d’arte di tutta l’Estonia. L’opera originale era lunga circa 30 metri e raffigura una macabra danza tra alcuni monarchi e degli scheletri.

La Pikk (Via lunga) era la porta al mare dalla Città Vecchia. E’ fiancheggiata dalle abitazioni in stile medioevale della borghesia mercantile di origine tedesca. Alcune risalgono al XV secolo.

Il Palazzo della Grande Gilda, costruito nel quattrocento, era la sede dove gli antichi mercanti tenevano i loro incontri e ospita il Museo di Storia Estone. Da notare che la Gilda era regolata da un ferreo Statuto che accettava al proprio interno solo mercanti di origine teutonica.

La Casa delle Teste Nere
(1597) deve il suo nome a San Maurizio le cui origini africane sono ben visibili dalle decorazioni; era il punto d’incontro della Congregazione delle Teste Nere il cui compito era quello di difendere la città da invasioni o aggressioni nemiche.

Tallinn INGRESSO DELLA CASA DELLE TESTE NERE

Proseguendo verso il mare si trova la Chiesa di S.Olaf (Oleviste), costruita nel 1267, caratterizzata da una guglia di ben 124 metri, che deve il suo nome al Re di Norvegia. Per alcuni secoli venne (non a torto) considerato l’edificio più alto al mondo. L’imponente campanile serviva come punto di riferimento per le navi e venne ripetutamente colpito dai fulmini che causarono diversi incendi.

Le tre abitazioni contigue che formano un unico edificio chiamato Le Tre Sorelle risalgono ai primi del quattrocento e vennero originariamente adibite a luoghi di scambio e contrattazione commerciale. Oggi ospitano uno dei più caratteristici ed eleganti alberghi di Tallinn.

La Porta di Viru e la torre denominata Margherita la Grassa segnano lo sbocco verso il mare della Città Vecchia. La costruzione della torre risale al 1520 ed è la più imponente di tutta la cinta muraria. Le pareti raggiungono in alcuni punti lo spessore di sei metri. Fu adibita a prigione nel 1830 fino al 1917 quando fu presa d’assalto e danneggiata. Venne restaurata nel 1978 ed oggi ospita Il Museo Marittimo Estone.

Toompea
La collina di Toompea (dal tedesco Domberg “collina della Cattedrale” sorge su un altipiano calcareo sul lato sud orientale della Città Vecchia e si raggiunge percorrendo la Pikk Jalg (Gamba Lunga) o la Luhike Jalg (Gamba Corta). La Pikk Jalg è una strada piuttosto ripida con un passamano sul lato sinistro della stessa (molto utile nei mesi invernali quando una coltre di ghiaccio e neve spesso rende accidentato il passaggio). La Luhike Jalg, risale al XIII secolo e attraverso una scalinata in pietra collega la Città Vecchia con Toompea.

Tallinn
LA LUIIKE JALG “LA GAMBA CORTA”

I resti dell’antica cinta muraria danno ancor oggi l’aspetto dell’antica fortezza. Nel 1219 venne conquistata dai Danesi guidati da Re Valdemar II.
II Giardino del Re Danese, circondato da antiche mura, oltre a ricordare un preciso momento storico offre una splendida vista sulla città.
Il Castello di Toompea, oggi sede del Parlamento Estone, deve il suo aspetto più recente ai lavori ordinati nel XVIII secolo da Caterina la Grande. Le mura sono caratterizzate da tre torri difensive, la più importante delle quali, la Pikk Hermann ( Ermanno “l’alto”), in cima alla quale sventola la bandiera estone, è alta oltre 50 metri e risale al 1370.

Di fronte al Parlamento Estone, edificato nel 1922 e parte integrante del Castello, si trova la splendida Cattedrale ortodossa Alexander Nevsky. Costruita per volere dello zar Alessandro III tra il 1895 e il 1900 è, oggi, la principale chiesa ortodossa del Paese. Può accogliere oltre un migliaio di fedeli ed è ricca di decorazioni e iconografie.

Tallinn LA CATTEDRALE ORTODOSSA ALEXANDER NEVSKY

A Toompea si trova forse la più bella torre difensiva di Tallinn chiamata Kiek in de Kok (dal tedesco “sbirciare in cucina”). Costruita nel 1475, alta poco meno di 40 metri, era un validissimo e strategico punto di osservazione per i soldati. Oggi è sede di un museo che ripercorre alcune delle tappe più significative della storia di Tallinn.

La Casa di Stenbock, oggi sede del Governo Estone, venne costruita alla fine del XVIII secolo e abitata per quasi oltre un secolo dalla famiglia Stenbock. Da qui, utilizzando una panoramica scalinata, si raggiunge la Città bassa, attraverso il Parco Shnelli fino alla stazione ferroviaria.
Toompea offre ai turisti diversi punti panoramici con vista sulla Città Vecchia e oltre, fino al porto. Ideale per fare fotografie e per riprese.

OLTRE LA CITTA’ VECCHIA
Ad est della Città Vecchia, la maggior attrazione turistica è sicuramente il Parco di Kadriorg (la “valle di Caterina”) con all’interno il bellissimo Palazzo di Kadriorg. L’area verde di oltre un km, con alberi di castagno e querce è frequentata da abitanti e turisti prevalentemente in estate, ma è molto suggestiva anche in autunno sotto il profilo cromatico. Il Palazzo di Kadriorg in stile barocco venne costruito nel  1718 per volere di Pietro il Grande  in onore della moglie Caterina e progettato dall’architetto italiano Nicolò Michetti. Al suo interno, nelle sue importanti sale si trovano dipinti di artisti italiani, tedeschi e olandesi, porcellane e sculture per un totale di quasi mille opere.

Attraversando il Parco, in direzione del mare, in lontananza scorgiamo il Monumento alla Russalka, la nave russa diretta ad Helsinki che naufragò nel settembre del 1893 e dedicato alle 177 vittime.
Il Convento di Pirita risale al 1407 e oggi se ne possono visitare solo i resti, a causa di ripetuti saccheggi e devastazioni nel tempo. Ciò fu possibile anche per la posizione del Convento: fuori dalle fortificazioni e dalle mura della Città Vecchia e praticamente di fronte al mare. Attorno al Convento sorge un cimitero risalente al XVII secolo.

Il lungomare di Pirita Tee è una lunga strada costiera di circa quattro km che guarda verso il Golfo di Finlandia. Ideale per camminate, per fare jogging o pedalate, prosegue poi nella Spiaggia di Pirita.
 

lungomare Pirita Tee IL LUGOMARE DI PIRITA TEE

Poco prima, venendo dalla Città Vecchia, si trova il Centro Velico che nel 1980 durante le Olimpiadi di Mosca fu sede delle regate veliche e di canottaggio. Anche la poco distante Torre della Televisione, alta oltre 300 metri, venne eretta per l’evento olimpico del 1980. La Torre sorge su una piccola altura e dal ventunesimo piano si può ammirare una splendida vista ( si dice che nei giorni di cielo  particolarmente terso si può vedere Helsinki dalla parte opposta del Golfo di Finlandia e distante 80 km)

Ad ovest della Città Vecchia  troviamo la località Rocca Al Mare, dove si trova un museo a cielo aperto che ricostruisce la vita agreste in Estonia fino alla fine del XIX sec., con ricostruzioni di case (oltre una settantina) e situazioni di vita quotidiana. Il museo si estende su una superficie di oltre 80 ettari e deve il nome al proprietario che possedeva il terreno originariamente.

IL PARCO NAZIONALE DI LAHEMAA
Dirigendoci in direzione est, percorrendo la strada statale che collega Tallinn a Narva, a poco meno di 100 km dalla capitale, incontriamo il Parco Nazionale di Lahemaa, 72.000 ettari di boschi all’interno dei quali sorgono piccoli villaggi. Il parco è un’ importante oasi faunistica popolata da alci, cigni e persino orsi, nonché da oltre duecento specie di uccelli. Divenne “parco nazionale” nel 1971 e fu il primo di tutta l’ex Unione Sovietica. Ogni anno viene visitato migliaia di turisti che generalmente iniziano il loro itinerario a Palmse, un villaggio che ospita il Centro Visitatori del Parco Nazionale. Qui, oltre alle indispensabili cartine sulle quali sono segnati percorsi e itinerari,  personale qualificato offre ai visitatori ogni tipo di informazione.   

Sito ufficiale della città’: www.tourism.tallinn.ee

 

 

 

Tallinn

Tallinn, capitale della Repubblica di Estonia, è una città dai tratti spiccatamente medioevali.

Tartu

Tartu è una città universitaria situata nella parte sud orientale del Paese.

Pärnu

La città deve il suo nome al fiume omonimo che l’attraversa prima di gettarsi nelle acque del Mar Baltico.

Speciale Helsinki

Capitale della Finlandia, Helsinki è una metropoli di piccole dimensioni.