facebook twitter Google Plus rss

Geografia

TERRITORIO | GEOLOGIA | ACQUE

Mappa Estonia

COORDINATE: lat. 60°-58° N; long. 22°-28° E

SUPERFICIE: 45.227 Kmq

CONFINI: 1445 Km di cui 764 marittimo e 681 terrestre. Confina ad est con la Russia e a sud con la Lettonia, a Nord e ad Ovest si affaccia sul Mar Baltico.

IL TERRITORIO
L’Estonia con una superficie di poco più grande della Danimarca e dell’Olanda, è situata all’estremità settentrionale dei bassipiani dell’Europa orientale. Il territorio estone, modellato dalle glaciazioni dell’era quaternaria quasi del tutto pianeggiante, ha una moltitudine laghi di varie dimensioni e tre fiumi importanti il Narva e il Parnu che sfociano nelle città omonime e l’Emajogi, il più lungo del Paese con i suoi oltre 200 km. La parte settentrionale dell’Estonia è caratterizzata da un ampio e spesso tavolato calcareo.

Il fenomeno del glint baltico rappresenta una vera e propria attrazione turistica. Questa particolare realtà geologica è causata da una frattura di origine paleozoica. Una lunga serie di rilievi di origine calcarea, si estende per oltre 1200 dalla Svezia alla Russia. Oltre un terzo di questi rilievi si trovano sotto la superficie marina. Lungo la costiera settentrionale dell’ Estonia, il fenomeno è particolarmente evidente e spettacolare, con scogliere che superano in alcuni casi i quaranta metri di altezza. Quasi il 50% del territorio è coperto da boschi, mentre il 20% è rappresentato da aree paludose. Moltissime le isole (oltre 1500) per la quasi totalità di dimensioni molto piccole e non abitate. Fanno eccezione le isole di Hiiumaa e di Saaremaa. Con un territorio prevalentemente ricoperto da pini e ginepri offrono ai visitatori, uno particolare ambiente agreste, minuscoli villaggi, fari e mulini a vento. Oltre che interi tratti di costa pressoché intatta. In Estonia si trovano i maggiori laghi di tutta l’area baltica. Il lago Peipsi, al confine con la Russia, è addirittura il quinto in Europa per dimensioni. Possiamo distinguere tre fasce paesaggistiche. A Nord quello degli asar , lunghe dorsali di origine glaciale che si elevano per pochi metri su un territorio prevalentemente paludoso. L’Estonia centrale è caratterizzata dalla presenza di colline che si alternano a specchi lacustri, perlopiù di modeste dimensioni. L’Estonia meridionale ha una morfologia assai diversa, con depositi morenici molto estesi e con un alternarsi di depressioni e piccole colline che ne caratterizzano il paesaggio.

L’ASPETTO GEOLOGICO DEL TERRITORIO
Di origine paleozoico con nella parte costiera affioramenti di roccie calcaree e dolomitiche. Durante la glaciazione quaternaria l’Estonia settentrionale venne completamente coperta da ghiacciai, mentre la parte meridionale del Paese la glaciazione ebbe un impatto minore sul territorio, favorendo la deposizione di materiale morenico. Subito dopo la grande glaciazione una parte molto consistente del territorio venne inondata da laghi. Il territorio estone, per quanto di modeste dimensioni, vanta un gran numero di crateri formati dalla caduta di meteoriti. Il più importante si trova sull’Isola di Saaremaa, in località Kaali. Nei millenni, questo cratere si è trasformato in un lago con una circonferenza di oltre 100 metri e una profondità di 16 metri.

LE ACQUE
Il territorio estone è ricco di acque superficiali, con un territorio disseminato di laghi e paludi. I fiumi non sono molto lunghi e raramente navigabili, se non per piccoli tratti. I principali sono il Narva Jogi e l’Ema Jogi. Quest’ultimo alimenta il lago Vorts. L’Ema Jogi dopo aver drenato le acque del lago Vorts attraversa una pittoresca valle di origine glaciale nei pressi della città Tartu e sfocia nel lago Ciudi le cui acque si collegano al Mar Baltico tramite le acque del fiume Narva. Tra gli altri fiumi, va menzionato il Parnu che attraversa il Paese da nord-est a sud ovest sfociando nella città omonima. I laghi principali sono il Peipsi (condiviso con la Federazione Russa), il Vorst e l’Ulemiste a sud di Tallinn.

 

Tallinn

Tallinn, capitale della Repubblica di Estonia, è una città dai tratti spiccatamente medioevali.

Tartu

Tartu è una città universitaria situata nella parte sud orientale del Paese.

Pärnu

La città deve il suo nome al fiume omonimo che l’attraversa prima di gettarsi nelle acque del Mar Baltico.

Speciale Helsinki

Capitale della Finlandia, Helsinki è una metropoli di piccole dimensioni.